Archivio Marcello Vittorini

inaug_borgo

Curatore dell’Archivio: Prof. Angela Marino, il riordino è stato effettuato dall’arch. Valeria Lupo
Archivio è conservato in custodia temporanea presso l’Archivio di Stato de l’Aquila

Breve profilo biografico (L’Aquila 1927- Roma 2011)
Si laurea a Roma in Ingegneria civile edile nel 1949. A partire dalla sua città d’origine avvia un’intensa attività professionale in tutto il territorio italiano e all’estero occupandosi di pianificazione urbana e territoriale e di progettazione attraverso incarichi diretti e concorsi nazionali ed internazionali. Collabora con numerosi ingegneri, architetti, urbanisti e uomini di cultura dell’epoca come Federico Gorio con il quale a lungo condivide lo studio, Giovanni Astengo, Leonardo Benevolo, Giuseppe Campos Venuti, Carlo Chiarini, Edoardo Salzano, Michele Valori. A queste attività affianca quella di tecnico della pubblica amministrazione con diverse cariche e quella di docente universitario nelle Facoltà di Architettura di Venezia, Napoli e Roma. Promuove e partecipa a numerosi convegni e contribuisce all’elaborazione di alcune importanti leggi nazionali (Legge-Ponte, Decreti n. 1404/68 e n. 1444/68 sugli standard urbanistici, Legge sulla casa n. 865/71). Progetta e realizza molte architetture occupandosi in particolare di edilizia residenziale pubblica con particolare attenzione verso la prefabbricazione. È autore di numerosi piani urbanistici redatti per molte regioni italiane: Piani a scala territoriale, Piani socio-sanitari, Piani Regolatori Generali, Piani Planivolumetrici, ecc. Negli anni ’80 si occupa per la Regione Campania delle questioni legate alla ricostruzione postsisma. All’estero opera in Nepal, India, Brasile, San Salvador.
È autore di una ampia pubblicistica: scritti e saggi su temi di attualità e denuncia, sulle politiche del territorio e dell’energia, sulla pianificazione urbanistica.
Figura protagonista dell’epoca della ricostruzione postbellica, Vittorini ha attuato una urbanistica profondamente riformatrice dalle forti connotazioni politiche e dal notevole respiro culturale, basata sulla tutela del territorio e sul suo uso sociale.

Primi passi del lavoro di riordino e valorizzazione dell’Archivio. Attività di ricerca e iniziative.

Nel 2007 l’Archivio viene riconosciuto di rilevante interesse storico dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Nel 2008 l’Archivio viene donato, per volontà dello stesso Marcello Vittorini al Dipartimento di Architettura e Urbanistica della facoltà di Ingegneria dell’Università de l’Aquila.
Nella lettera (16 giugno 2010) con cui Vittorini trasmetteva l’archivio Vittorini scriveva “la donazione all’Università dell’Aquila del mio archivio, che testimonia sessannt’anni di attività professionale, didattica e di ricerca, è per me particolarmente significativa perché intendo con ciò ribadire e rafforzare i legami particolarmente vivi che ho sempre mantenuto con la mia città, il suo territorio, la sua Università”

Dal 2010 i materiali sono conservati in custodia temporanea presso l’Archivio di Stato dell’Aquila nella sede di Bazzano, dove sono stati trasferiti dopo il terremoto.

L’Archivio documenta un’intensa attività professionale e accademica affiancata a quella di tecnico della pubblica amministrazione.

Il materiale conservato riguarda concorsi, piani urbanistici, progetti a scala architettonica svolti in Italia e all’estero. Sono presenti anche scritti, articoli, saggi e pubblicazioni.

L’Archivio restituisce dunque una esperienza lunga un cinquantennio: dai primi lavori fatti per il Fucino all’inizio degli anni ’50 fino agli incarichi del nuovo millennio.

Un primo riordino è stato fatto dallo stesso Marcello Vittorini coadiuvato da Giulio Tamburini.
L’archivio viene suddiviso in quattro serie di cui viene fornita la consistenza con degli elenchi:
- Pubblicazioni (13 scatole);
- Disegni (119 rotoli);
- Progetti (66 scatole di Progetti, materiale documentario e di studio);
- Progetti di piano manifesti (62 progetti).

Nel 2010 quindi il Dipartimento cominciata una prima fase di lavoro che riguarda l’inventariazione e lo studio – ad opera di Valeria Lupo vincitrice di una borsa di dottorato – di una sezione tematica relativa agli interventi che Marcello Vittorini progettò e realizzò, nella prima metà degli anni ’50, a seguito della bonifica della piana del Fucino.

I risultati dello studio e i materiali di questa sezione dell’Archivio sono stati pubblicati nel libro Angela Marino, Giulio Tamburini (a cura di), Archivio Marcello Vittorini. Città nascenti. I borghi del Fucino, Gangemi Editore, Roma 2010 con i fondi della Carisapaq.

Il libro è stato presentato all’interno della giornata di studio su “gli Archivi per l’urbanistica e per la ricostruzione” promossa da Italia Nostra a L’Aquila in collaborazione con il Dipartimento di Architettura e Urbanistica della Facoltà di Ingegneria dell’Università de L’Aquila, l’Archivio di Stato dell’Aquila, l’Associazione nazionale Archivi di Architettura e Docomomo Italia
(19 novembre del 2010). In quell’occasione Vittorini ha partecipato con una sua relazione ai lavori.

Sullo stesso argomento ha scritto un saggio Angela Marino Città nascenti. Le borgate agricole del Fucino nell’archivio di Marcello Vittorini in «Rassegna di Architettura e Urbanistica» 134/135, dicembre 2011, pp. 55-62.

La dottoranda arch. Valeria Lupo – con la guida scientifica del curatore dell’Archivio Prof. Angela Marino – effettua una schedatura speditiva di tutto il materiale documentario con l’obiettivo di offrire una prima visione generale dell’archivio in un tempo accettabile in vista della sua valorizzazione.
Per la predisposizione della schedatura, basata sugli standard nazionali e rispondente alle specificità dell’archivio, sono stati effettuati una serie di incontri e contatti con la Direzione Nazionale degli Archivi, con la Soprintendenza Archivistica Regionale, con l’Archivio di Stato dell’Aquila, oltre che con altri Archivi conservati presso altre università italiane, quali l’Archivio Bottoni presso il Politecnico di Milano e l’Archivio Piccinato presso la Sapienza di Roma.

Viene predisposta la Voce ‘Marcello Vittorini’ nel Portale SAN (Sistema Archivistico Nazionale), http://www.architetti.san.beniculturali.it

Nel marzo 2011 si organizza un Convegno nazionale sulla figura di Marcello Vittorini presso l’Università dell’Aquila Omaggio a Marcello Vittorini. Un’architettura per la ricostruzione, per avviare, con studiosi ed esperti di diverse istituzioni, un primo inquadramento complessivo sull’opera di Marcello Vittorini. Interventi di Angela Marino, Giulio Tamburini, Alessandra Vittorini, Elisabetta Reale, Giulio Pane, Patrizia Gabellini, Alessandra Muntoni, Sergio Poretti, Gaia Remiddi, Guido Montanari, Sergio Zevi, Mario Centofanti, Sergio Rotondi, Pierluigi Properzi.

Il volume Omaggio a Marcello Vittorini. Un archivio per la città, (a cura di) Angela Marino, Valeria Lupo, Gangemi editore, Roma 2012 raccoglie gli atti della giornata, cui è stata aggiunta la pubblicazione – fino agli anni ’60 – di tutta la produzione di Vittorini sull’Abruzzo, presente nel suo archivio professionale, riguardante gli anni della ricostruzione postbellica, raccolta in una sezione ‘Visioni d’Abruzzo’. Al volume è stato allegato un un cd-rom di presentazione sui borghi del Fucino. Alla pubblicazione hanno collaborato alcuni dottorandi del dottorato in “Recupero, Progetto e Tutela nei Contesti Insediativi e Territoriali di Elevato Valore Ambientale e Paesistico” Danilo Di Donato, Daniela Franchi, Filippo Lucchese.

Il Volume è stato presentato:
-ad Ivrea (23-24 novembre 2012) presso l’Associazione dell’Archivio Storico Olivetti ad Ivrea promosso dalla Associazione Nazionale Archivi di Architettura
-a L’Aquila (5 aprile 2013), presso l’Archivio di Stato, in una mattinata con molte presenze culturali ed istituzionali, negli eventi per l’anniversario del terremoto
-a Roma (7 giugno 2013) presso il museo MAXXI B.A.S.E. Museo nazionale delle arti del XXI secolo con interventi tra gli altri di Maristella Casciato, Giorgio Piccinato, Giulio Tamburini. In questa occasione viene anche presentato un video Marcello Vittorini. Racconti tra urbanistica e storia a cura di Angela Marino, Alessandra Vittorini, Valeria Lupo, che raccoglie brani inediti tratti dal materiale conservato nell’Archivio Vittorini girato in occasione della realizzazione del DVD Giovanni Astengo Urbanista militante a cura di Leonardo Ciacci, Bruno Dolcetta, Alessandra Marin IUAV Dipartimento di Urbanistica 2009.

Nella rivista «Rassegna di Architettura e Urbanistica» nel n. 140, del maggio-agosto 2013 compare una recensione al volume Marcello Vittorini. Un archivio per la città (Antonella Bonavita), p. 133.

Una selezione del materiale dell’archivio Vittorini è stata esposta alla Mostra “L’Architettura sulla carta. Archivi di architettura in Abruzzo” a cura della Soprintendenza Archivistica dell’Abruzzo svoltasi presso l’Urban Center di Pescara (28 settembre – 26 ottobre 2013)

Nel ottobre 2013 all’interno della giornata di studio su Una nuova centralità per le periferie alla Centro Studi della Fondazione Lercaro di Bologna in collaborazione con AAA Italia è stato presentato da Angela Marino, Alessandra Tosone, Valeria Lupo il lavoro su l’Archivio Vittorini Tecniche costruttive a Via Cavedone e Emilia Levante

Nel marzo 2014 Angela Marino organizza in collaborazione con Sergio Zevi una Conversazione su gli Archivi per la città presso l’Aula Piccinato dell’Università di Roma Sapienza in cui viene presentato il lavoro svolto sull’archivio di Marcello Vittorini.

È in corso di pubblicazione un saggio di Angela Marino Archivi del moderno per la città: Marcello Vittorini in «Opus quaderno di storia, architettura, restauro».

Ampia parte del materiale dell’Archivio è stato digitalizzato e sarà disponibile on line sul sito attualmente in costruzione.